Le nostre Gemme



Marcasite

marcasite

La marcasite è un solfuro di ferro; lo si trova in pesanti noduli rosso-bruni opachi all'esterno o in sfere dorate e luccicanti all'interno. La pietra è molto diffusa in Francia nella Champagne e nelal Normandia settentrionale.



Onice

Onice

L'onice è in calcedonio nero il cui colore raramente è naturale: viene ottenuto immergendo la pietra in una soluzione zuccherina a cui segue un trattamento con acido solforico che imprime la colorazione. I grezzi provengono spesso dal Brasile mentre la Germania è tra i paesi più noti per la lavorazione.



Madreperla

Madreperla

La madreperla è di origine marina e costituisce l'interno delle conchiglie. È una somma di riflessi di colori e di luce iridata così particolare che serve ad indicare la qualità di ciò che le somiglia: si parla infatti di lucentezza madreperlacea. La madreperla dei mari caldi è la più pregiata; le conchiglie più grandi provengono dall'oceano pacifico.



Granato

Granato

I granati non sempre sono di colore rosso cupo benché questo sia il loro aspetto più frequente. Esistono granati che presentano uno svariato ventaglio di colori: incolore, da verde pallido a verde sostenuto, da giallo a arancione o da rosa a rosso cupo.



Corniola

Corniola

La corniola è un calcedonio traslucido di colore rosso arancio – rosso carminio. L'ossido di ferro da alla corniola un color ruggine che può essere brillante e luminoso. Tra le sue origini geografiche troviamo il Brasile, l'Egitto, l'India e l'Uruguay.



Ematite

Ematite

L'ematite è composta da ossidi di ferro ed è un minerale opaco con lucentezza metallica. I depositi principali si trovano nelle rocce ignee del nord America, in Brasile, in Venezuela e Gran Bretagna. Il materiale tagliabile in Inghilterra, Germania e Isola d'Elba.



Opale

L'opale è un gel di silice depositato dai fluidi in fratture e cavità della roccia. Recentemente gli studiosi ne hanno analizzato la struttura che ha rivelato l'origine dei suoi colori fugaci: è costituita da microscopiche sfere sulle quali la luce si scompone e si rifrange. Questa morfologia spiega il fenomeno dell' arlecchinamento ovvero il variare dei colori a secondo dell'angolo di osservazione. L'opale bianca è la più conosciuta, si presenta velata da veli biancastri da cui traspaiono bagliori rosa, rossi e azzurri. L'opale è una pietra originaria dell'India ma le miniere più note sono quelle dell'Ungheria. La pietra è diffusa anche in Messico e Brasile.



Pietra di Luna

La pietra di luna è la varietà adularescente dell'ortoclasio con un bagliore blu e bianco simile alla luminosità della luna (da cui prende il nome). Questo effetto è causato dalla riflessione della luce sulla particolare struttura interna del minerale, costituita da un'alternanza di livelli di feldspato albite e feldspato ortoclasio. I migliori esemplari provengono dallo Srilanka e dalla Birmania. Tra le altre località di origine c'è Brasile, Messico, Tanzania e Alpi europee.



Cristallo di Rocca

cristallodirocca

Il cristallo di rocca è composto da biossido di silicio. È incolore e trasparente ed è la varietà di quarzo con più ampia distribuzione nonché il minerale più comune sulla crosta terrestre. Sebbene si trovi ovunque la fonte più importante è il Brasile. La presenza di cristalli di buona qualità gemmologica è riscontrabile anche nelle alpi svizzere e francesi, in Madagascar, nell' Ex Unione Sovietica e America.



Turchese

La turchese è stata a lungo apprezzata per il suo colore che varia dal blu cielo al verde in funzione delle quantità di ferro e rame presenti nella gemma. È da opaca a semitraslucida con un basso peso specifico e molto fragile. La forma più pregiata è quella blu cielo proveniente dall'Iran anche se nel Tibet viene preferita una varietà più verde. In altre località come Messico e Nord America si trovano per lo più gemme di colore verde molto porose che tendono a sbiadire velocemente. Forme non particolarmente pregiate derivano in oltre da Ex Urss, Cile, Australia, Turkestan e Cornovaglia.



Prehnite

Prehnite

La prehnite è generalmente di colore verde oleoso ma può anche avere colorazioni variabili dal giallo al bruno. Alcune prehniti fibrose di colore bruno giallastro possono mostrare gatteggiamento. La prehnite si trova in rocce vulcaniche basaltiche, in rocce ignee ed in alcune rocce metamorfiche. Le regioni del globo da cui provengono sono: Scozia, Australia e in forma cristallina dalla Francia.



Corallo

Corallo

Il corallo rosso è il più prezioso ma esiste anche la variante rosa, bianco, nero e blu. Tutti i coralli inizialmente sono poco riflettenti ma una volta lucidati assumono lucentezza vitrea. Sono molto delicati in quanto sensibili al calore e agli acidi e tendono a sbiadire.
La maggior parte del corallo pregiato si trova in acque calde.
Il corallo è costituito da carbonato di calcio ad eccezione di quello nero e blu costituito da una sostanza simile al corno. Il corallo nero è maggiormente diffuso in Australia e nelle isole del pacifico.
Il corallo è diffuso nei mari tropicali.



Fluorite

Fluorite

La fluorite ha un uso gemmologico limitato a causa della sua durezza che la rende facilmente soggetta alle scalfitture, tuttavia la grande varietà di colori (anche più di uno nello stesso campione) la rendono una gemma molto interessante.
Le diverse località di provenienza includono: Canada, USA, Sud Africa, Thailandia, Perù, Messico, Cina, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Norvegia, Inghilterra, e Germania.



Malachite

Malachite

La malachite si trova di solito in masse verdi opache dove il colore è dovuto alla presenza di rame. Il minerale viene intagliato e lucidato in molti modi per mettere in risalto l'alternanza di bande verde chiaro o scuro. La malachite si trova nelle aree di coltivazione del rame, il principale produttore è lo Zaire.



Lapislazzuli

Lapislazzuli

Il lapislazzuli è una roccia blu costituita da diversi minerali tra cui: laurite, sodalite, hauyna, calcina e pirite. La varietà considerata di migliore qualità è di colore blu intenso con rare chiazze di calcite bianca e di pirite giallo dorata.
Il lapislazzuli si trova in genere all'interno di rocce calcaree. Quello di migliore qualità proviene dall'Afghanistan e dall'argentina. Una varietà blu pallida si trova nell'ex URSS e in Argentina.



Perle

Perle

Le perle si formano all'interno di molluschi (per lo più bivalvi) come naturale difesa verso un qualsiasi corpo estraneo irritante. Il minerale costituente è un polimorfo della calcite che prende il nome di aragonite. All'interno del mollusco vengono prodotti livelli di aragonite che si accrescono attorno al corpo estraneo.
Il colore della perla varia dal bianco o bianco con sfumature colorate (spesso rosa) al bruno o nero in funzione della specie di mollusco e del suo habitat. Le perle sono sensibili agli acidi e all'umidità.
Le perle naturali provengono dal Golfo Persico, dall'Oceano Indiano e dal Mar Rosso.
Le coste dell'Australia forniscono principalmente perle coltivate. In Giappone e in Cina si coltivano sia perle d'acqua marina che di acqua dolce.
Perle di acqua dolce si trovano in Scozia, Irlanda, Francia, Austria, e Germania.



Malachite

Malachite

La malachite si trova di solito in masse verdi opache dove il colore è dovuto alla presenza di rame. Il minerale viene intagliato e lucidato in molti modi per mettere in risalto l'alternanza di bande verde chiaro o scuro. La malachite si trova nelle aree di coltivazione del rame, il principale produttore è lo Zaire.



Labradorite

Labradorite

La labradorite è una specie appartenente alla serie dei plagioclasi dove ciascuna specie viene definita in base al suo contenuto di sodio e calcio. Si trova nelle colorazioni arancio, incolore e rosso ma la forma più conosciuta in gioielleria è quello che mostra particolari giochi di colori. La labradorite si trova nelle rocce metamorfiche in Canada, Finlandia, Norvegia ed ex URSS.



L'avorio

avorio

L'avorio è utilizzato per ornamentali e in gioielleria per il suo splendido colore crema, la sua delicata tessitura e la facilità d'intaglio. Deriva dai denti (o zanne) dei mammiferi. Oltre a quello di elefante viene usato anche quello di ippopotamo, cinghiale selvatico e facocero. Forniscono avorio anche i mammiferi marini come il capodoglio, il tricheco, il leone marino e il narvalo. Attualmente esistono restrizioni internazionali sulla sua commercializzazione al fine di proteggere le specie animali da cui viene preso.
L'avorio migliore è quello di elefante africano per via della colorazione calda e poco venata.
L'avorio di elefante indiano è di colore bianco, più tenero e di più facile lavorazione.



Ametista

Ametista

Il nome ametista viene attribuito alla varietà di quarzo cristallino con tonalità porpora, lilla o malva.
L'ametista si trova in depositi alluvionali o in geoidi. In brasile vi sono alcune tra le più grandi geoidi contenenti ametista. Altre località sono: Sri Lanka, India, Uruguay, Madagascar, Stati Uniti, Germania, Australia, Namibia e Zambia.
L'ametista degli urali è rossastra mentre quella canadese è viola.



Agata (Calcedonio)

Agata

L'agata si trova all'interno di rocce laviche e una volta spezzate esse mostrano una piacevole varietà di colori oltre a una particolare zonatura che distingue le agate dagli altri tipi di calcedonio.
I colori sono dovuti alle impurità che si dispongono in modo concentrico per via della diversa velocità di solidificazione tra l'interno e l'esterno della roccia dando così origine alla caratteristica zonazione a bande.
L'agata presenta una grande varietà di motivi da cui derivano le diversi denominazioni:
Agata Tinta, Agata Muschiata, Brecciata, Paesina, Agata Concentrica, Agata di Fuoco.
Questo minerale ha provenienze diverse: Madagascar, America, Africa, Brasile, Cina, India e Australia.



Ambra

Ambra

L'ambra è una resina fossilizzata proveniente da varie specie di piante. Le colorazioni più frequenti vanno dal giallo dorato all'arancio dorato ma è possibile trovarla anche verde, rosso, viola e nera.
Da trasparente a traslucida di solito si presenta in noduli o piccole masse con forme irregolari con insetti muschi, licheni, o aghi di pino intrappolati da milioni di anni.
In Italia abbiamo una varietà chiamata Ambra Siciliana anche nota come Simetite (la zona di provenienza è la foce del fiume Simeto).
Il deposito più famoso si trova nelle regioni Baltiche, in particolare nelle coste Polacche e dell'ex URSS. Altre provenienze sono: Repubblica Domenicana, Messico, Romania, Birmania, Inghilterra, Norvegia.



Giada

Giada

Per secoli si pensò che la giada fosse rappresentata da un'unica gemma, ma nel 1863 vennero riconosciuti due diversi minerali: la giadeite e la nefrite.
La giadeite è costituita da cristalli granulari di pirosseno. La varietà più apprezzata è detta “Giada Imperiale” ed è di colore verde smeraldo per la presenza di cromo.
La nefrite è costituita da un aggregato di cristalli fibrosi di anfibolo. I colori variano dal verde scuro al color crema in base alla prevalenza rispettivamente di ferro o magnesio.
La più importante riserva di giada si trova in Birmania. Altri importanti giacimenti si trovano in Nuova Zelanda, Australia, Messico, Brasile, Zimbabwe, Polonia, Svizzera, e Italia.



Acquamarina

Acquamarina

La migliore acquamarina di qualità gemmologica si trova in brasile all'interno di pegmatiti o in depositi ghiaiosi alluvionali, altre località sono gli urali (Russia), l'Afghanistan, il Pakistan, l'India e di più recente espulsione l a Nigeria. In Madagascar si trova una varietà blu scuro.
Il colore è riferito per l'acquamarina è il verde acqua: il nome stesso significa acqua di mare.
Si tratta di un minerale dicroico e appare blu o incolore a seconda delle angolazioni da cui lo si osserva.



Quarzo

Quarzo

Il quarzo è la specie di minerale maggiormente diffusa. La sua forma incolore è nota come Cristallo di rocca mentre le varietà colorate assumono denominazioni specifiche:
- Quarzo citrino: è di colore giallo dato dalla presenza di ferro, la maggior parte di citrino sul mercato è in realtà ametista riscaldato in quanto la forma naturale è piuttosto rara.
- Quarzo rosa: si presenta da traslucido a opaco ed è spesso molto torbido per effetto di velature biancastre disposte disordinatamente nel minerale.
- Quarzo rutilato: contiene cristalli di rutilo rossi, neri o giallo aureo con lucentezza metallica.
- Quarzo tormalinato: contiene inclusioni di tormalina nera in forma di cristalli prismatici.
- Quarzo viola: più noto come ametista.
- Quarzo verde: il colore verde è dovuto dall'avventurina che contiene inclusioni di fucsite verde che riflettono la luce dando luogo al fenomeno denominato avventurina mento.
- Quarzo bruno: è la forma anche nota come Fumé e ha gradazioni dal bruno pallido al bruno intenso.